Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Codice fiscale

Le richieste di emissione del certificato di attribuzione di codice fiscale possono essere presentate esclusivamente da cittadini italiani o stranieri residenti presso la circoscrizione consolare del Consolato Generale d’Italia a New York ed indirizzate via mail a newyork.codicefiscale@esteri.it.

Si prega di leggere attentamente queste istruzioni, poiché non sarà dato seguito a richieste incomplete o presentate con altre modalità.

MODALITA’

L’emissione del codice fiscale è sempre gratuita.

Ogni richiesta dovrà essere inviata singolarmente dall’indirizzo email del richiedente, e dovrà riportare nell’oggetto il nome del richiedente nel formato COGNOME, Nome: certificato di CF.

La documentazione qui di seguito elencata dovrà essere allegata (non saranno accettati link o immagini copiate nel corpo della mail) in formato PDF all’indirizzo newyork.codicefiscale@esteri.it, dal lunedì al giovedì dalle ore 8.00 a.m. alle ore 3.00 p.m.

Se si è in possesso di cittadinanza straniera ed italiana, occorre fare richiesta come cittadino italiano ovvero essere titolare di passaporto italiano.

DOCUMENTAZIONE

Per i cittadini italiani

  1. Modulo AA 4/8 compilato digitalmente (i moduli compilati a mano non saranno accettati) e firmato (occorre prima stamparlo, quindi firmarlo e scansionarlo in formato pdf);
  2. Copia del passaporto italiano in corso di validità;
  3. Copia della patente di guida o di altro documento da cui si evince l’indirizzo di residenza nella circoscrizione consolare.

Se il richiedente è già in possesso di codice fiscale attribuito dall’Agenzia delle Entrate deve riportarlo sul modulo e nel testo della mail che accompagna la richiesta.

Si specifica che, ai fini dell’attribuzione del Codice Fiscale, ai cittadini italiani compete il cognome attribuito secondo la legge italiana alla nascita.

Il cittadino italiano che intende richiedere un certificato di attribuzione di Codice Fiscale per un figlio minore dovrà allegare:

  1. il modulo AA 4/8 sopracitato nelle medesime modalità (cioè compilato digitalmente, firmato e scansionato), spuntando la casella “Richiesta per Soggetto Terzo”, selezionando il codice “10” nella casella “Codice Tipologia Richiedente” e riportando le esatte generalità del minore (come presenti sul passaporto italiano);
  2. Copia del passaporto italiano in corso di validità ovvero copia del certificato di nascita del minore (se nato negli USA, long-form).

Per i cittadini stranieri

  1. Modulo AA 4/8 compilato digitalmente (i moduli compilati a mano non saranno accettati) e firmato (occorre prima stamparlo, quindi firmarlo e scansionarlo);
  2. Copia del passaporto in corso di validità;
  3. Copia della patente di guida o di altro documento da cui si evince l’indirizzo di residenza nella circoscrizione consolare.
  4. L’apposita dichiarazione indicante la ragione per la richiesta di codice fiscale

Si specifica che, ai fini dell’attribuzione del Codice Fiscale, per i cittadini stranieri si tiene in considerazione il cognome che appare sul passaporto che, nel caso delle donne coniugate, potrebbe non corrispondere al cognome attribuito alla nascita.

Il cittadino straniero che richieda un certificato di attribuzione di Codice Fiscale per un figlio minore, dovrà allegare:

  1. Il modulo AA 4/8 sopracitato nelle medesime modalità (cioè compilato digitalmente, firmato e scansionato), spuntando la casella “Richiesta per Soggetto Terzo”, selezionando il codice “10” nella casella “Codice Tipologia Richiedente”, indicando nel campo “Residenza Anagrafica” quella dove il minore risiede e riportando le esatte generalità del minore (come presenti sul passaporto);
  2. Copia del passaporto in corso di validità ovvero copia del certificato di nascita del minore (se nato negli USA, long-form)

EMISSIONE DEL CERTIFICATO DI CODICE FISCALE

Una volta emesso, il certificato di codice fiscale (che contiene anche lo specifico codice a barre utile per attivare SPID), sarà inviato al richiedente via email come file PDF, che si potrà stampare ed utilizzare per tutti gli usi consentiti dalla legge.

Il richiedente dovrà verificare prontamente l’accuratezza dei dati e comunicare immediatamente eventuali inesattezze all’Ufficio Assistenza al seguente indirizzo e-mail assistenza.newyork@esteri.itL’ufficio infatti può annullare un certificato contenente inesattezze solo entro poche ore dal momento della sua emissione.