Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

FAQ Ufficio Stato Civile

 

FAQ Ufficio Stato Civile

1. Sono cittadino italiano e voglio dare la cittadinanza ai miei figli minorenni ma non capisco come procedere con i vari formulari?

I figli minori acquistano la cittadinanza automaticamente dal genitore italiano ma bisogna richiedere formalmente la trascrizione della nascita come indicato sul sito nella sezione Stato Civile – trascrizioni dei certificati di nascita..

2. Mi sono sposato per la seconda volta ma non ho mai fatto registrare il primo matrimonio e il divorzio. Posso presentare direttamente il certificato del matrimonio attuale?

Purtroppo no, tutti gli atti di stato civile devono essere trascritti nell’ordine cronologico in cui sono avvenuti i fatti, quindi è necessario presentare anche la documentazione relativa ai precedenti matrimoni e divorzi.

3. Per portare i certificati di nascita dei miei figli ho bisogno di un appuntamento?

Non è necessario un appuntamento, si può inviare la documentazione per posta o consegnarla a mano utilizzando il servizio drop-off all’ingresso del Consolato.

4. Ho spedito/consegnato i documenti, come faccio a sapere se li avete ricevuti, se sono completi e quando saranno trattati?

Al momento dell’avvenuta registrazione riceverà una email di conferma dall’ufficio stato civile. Solo se trascorrono più di 90 giorni è opportuno verificare lo status inviando una email a statocivile.newyork@esteri.it

5. Ho predisposto i documenti ma non posso attendere 90 giorni perchè avvenga la trasmissione, si può fare qualcosa?

Solo se vi sono effettivi motivi di urgenza (per es. imminente rimpatrio definitivo o matrimonio religioso in Italia) è opportuno inviare una email a statocivile.newyork@esteri.it con la dovuta documentazione di supporto.

6. Posso inviare la documentazione via email? Posso riavere i certificati dopo la registrazione?

Purtroppo no, come previsto dalla normativa, il Consolato deve acquisire e verificare gli originali che non saranno restituiti.

7. Quale parte del documento va tradotta? Posso fare in proprio la traduzione?

Solo il certificato deve essere tradotto integralmente (non l’Apostille e/o altre legalizzazioni). La traduzione puo' essere fatta anche dagli stessi interessati. Solo in caso di documenti provenienti da autorità giudiziarie (sentenze di divorzio, adozione, cambio nome e simili) è richiesta la traduzione da parte di un traduttore giurato.

8. Il certificato è in inglese e di facile interpretazione, perché avete bisogno della traduzione?

La traduzione dei documenti di stato civile emessi da autorità straniere è prevista dalla legge ed è sempre obbligatoria.


783