This site uses cookies to provide a better experience. Continuing navigation accept the use of cookies by us OK

Cambio nome o cognome

 

Cambio nome o cognome

Nel caso in cui il cambio del nome/cognome sia avvenuto tramite una sentenza pronunciata all’estero, si potrà chiederne direttamente la trascrizione al Comune, con annotazione nell’atto di nascita, anche per il tramite di questo Consolato.

La documentazione necessaria è la seguente:

  1. Domanda di trascrizione della sentenza (Modello Richiesta trascrizione sentenza cambio nome);
  2. Copia autentica della sentenza, emessa dal Tribunale o autorità giudiziaria competente, debitamente legalizzata con Apostille dello Stato ove ha sede il tribunale;
  3. Traduzione giurata in italiano effettuata da un traduttore professionista (lista dei traduttori) con certificato bilingue di conformità della traduzione (certificate of accuracy);
  4. Fotocopia del passaporto in corso di validità, possibilmente italiano, del richiedente (solo le pagine con la foto, i dati e la firma del titolare).

È bene notare che non si può richiedere l'attribuzione di cognomi di importanza storica o comunque tali da indurre in errore circa l'appartenenza del richiedente a famiglie illustri o particolarmente note nel luogo in cui si trova registrato l'atto di nascita del richiedente.

In mancanza di una sentenza straniera, il cittadino italiano che intenda cambiare il proprio nome o cognome potra’ presentare, in base agli artt. 89 e seguenti del D.P.R. 396 del 03.11.2000, una domanda al Prefetto del luogo di ultima residenza o del luogo in cui si trova l’atto di nascita, esponendo le ragioni a fondamento della richiesta e corredandola di documentazione a supporto.

Si ricorda, infatti, che le richieste devono rivestire carattere eccezionale e sono ammesse esclusivamente in presenza di situazioni oggettivamente rilevanti, supportate da significative motivazioni, adeguatamente documentate.

Non è necessario l'intervento del Consolato Generale per la redazione e l'inoltro della domanda di cui trattasi.

I cittadini italiani residenti in questa circoscrizione consolare ed iscritti all’AIRE che intendano presentare la domanda per il tramite di questo Consolato Generale dovranno prenotare un appuntamento scrivendo a newyork.statocivile@esteri.it 

La procedura di cambio del nome o cognome per il tramite di questo Consolato Generale si articolare nelle seguenti fasi:

  1. richiesta dell’interessato, in lingua italiana, su apposito formulario, corredata di documento di identita’ in corso di validita’ (possibilmente passaporto italiano) e documentazione a supporto (a titolo esemplificativo, documentazione atta ad attestare che tale cambio di nome è già avvenuto nel luogo di attuale residenza modificando di fatto l’identità originaria);
  2. pagamento dell’imposta di bollo sulla domanda (per l’importo aggiornato consultare la tariffa consolare);
  3. inoltro della domanda alla Prefettura competente, che potrà richiedere documentazione aggiuntiva (ad esempio, certificati penali del luogo di residenza);
  4. in caso la domanda sia ritenuta dal Prefetto meritevole di essere presa in considerazione, ricevimento da parte della Prefettura del Decreto Provvisorio di cambiamento del nome o cognome;
  5. effettuazione della pubblicazione, ai sensi dell’art. 90 del D.P.R. 396 del 2000, per trenta giorni consecutivi di un avviso contenente il sunto della domanda e pagamento dell’imposta di bollo;
  6. avviso alla Prefettura competente dell’avvenuta pubblicazione;
  7. ricevimento dalla Prefettura del Decreto Definitivo di cambiamento del nome o cognome;
  8. consegna all’interessato del Decreto Definitivo e pagamento della relativa imposta di bollo;
  9. richiesta da parte dell’interessato al Comune di nascita di trascrizione e annotazione del Decreto Definitivo del cambiamento di nome o di cognome;
  10. richiesta da parte dell’interessato di rilascio di nuovi documenti con le nuove generalita’ (passaporto, carta d’identita’, codice fiscale, ecc.).

Attenzione:

I tempi complessivi di questa procedura dipendono dall’attività istruttoria della Prefettura competente.

Il decreto diventerà efficace solo dopo le trascrizioni e annotazioni da parte del Comune nei propri registri.

Il Consolato provvederà quindi alle variazioni solo dopo aver ricevuto conferma di trascrizione da parte del Comune.

A seguito della registrazione del cambiamento di nome e/o cognome da parte del Comune, i documenti in possesso dell’interessato/a perderanno validità ed efficacia. Sarà quindi necessario restituire passaporto e carta di identità rilasciati con il nome non più valido, anche se non scaduti, e ottenerne di nuovi.

Chi possiede un codice fiscale italiano rilasciato con il vecchio nome dovrà ottenere un nuovo codice fiscale con le nuove generalità.

E’ prevista esenzione da ogni tassa, in tutti i casi di cambiamento di nomi e cognomi perche’ vergognosi o perche’ rivelanti origine naturale.


945