Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Stato Civile

 

Stato Civile

Ufficio di Stato Civile

Contatti

 

Ufficio Stato Civile

Consolato Generale d'Italia

690 Park Avenue
10065 New York, NY

e-mail: newyork.statocivile@esteri.it

Funzioni

L’ufficio di Stato Civile si occupa di:

- Registrazione di nascite, matrimoni, unioni civili (= matrimoni fra persone dello stesso sesso), decessi.

- Riconoscimento di adozione di minorenni stranieri.

- Invio di sentenze di divorzio

- Cambio o correzione del nome e del cognome.

- Ricevimento delle dichiarazioni di riconoscimento di paternità e delle sentenze di filiazione.

- Pubblicazioni di matrimonio (per cittadini italiani che si sposano in Italia)

- Invio per trascrizione di atti di separazione dei beni firmati presso l’ufficio notarile del Consolato

IMPORTANTE

I figli minorenni di cittadini italiani vengono automaticamente iscritti all'AIRE come cittadini italiani dall’ufficio Stato Civile al momento della registrazione del certificato di nascita.

I genitori interessati devono proseguire qui la navigazione e NON consultare la sezione Cittadinanza del sito, che riguarda solo i maggiorenni.

Orari di apertura al pubblico

L’ufficio di Stato Civile riceve, solo su appuntamento, il martedì, mercoledì e venerdì, nella fascia oraria 9-13. Si prega di verificare nel seguito quali sono le materie per le quali è possibile ottenere un appuntamento e quali quelle per le quali è invece obbligatorio spedire i documenti per posta.

Per fissare un appuntamento contattare l’ufficio via email, specificando l’oggetto.

Specifica sugli appuntamenti:

NON è previsto appuntamento per la consegna dei certificati di stato civile (nascite, matrimoni, unioni civili, decessi) o per altri atti stranieri da registrare in Italia (sentenze di divorzio e di cambio del nome). La documentazione deve essere obbligatoriamente spedita per posta.

E’ necessario invece appuntamento per i seguenti servizi:

- Pubblicazioni di matrimonio;

- Domande di cambio del nome e del cognome;

- Correzione del nome e del cognome / esatta indicazione del nome;

- Presentazione di sentenze straniere di adozione di minorenni;

- Firma di atti di riconoscimento di paternità;

- Casi particolari qui non elencati, da vedere di volta in volta via email.

Per domande specifiche e questioni non chiarite in questo sito inviare una email.

Informazioni Generali

I cittadini italiani sono sempre tenuti a comunicare alle autorità italiane le variazioni nello stato civile del loro nucleo familiare avvenute all’estero (nascite, matrimoni, unioni civili, divorzi, decessi, adozioni, cambi di nome e cognome) presentando i certificati di stato civile o le sentenze straniere che li riguardano.

Anche nel caso di eventi avvenuti in Italia, è opportuno darne informazione all’ufficio consolare presso cui si è registrati, onde poter aggiornare la posizione nello schedario consolare.

CHI PUO’ RIVOLGERSI PER QUESTIONI DI STATO CIVILE AL CONSOLATO GENERALE DI NEW YORK:

I cittadini italiani residenti nella circoscrizione (stati di New York e Connecticut, alcune contee dello stato del New Jersey, le Isole Bermude Britanniche), in regola con l’iscrizione AIRE, possono presentare atti per eventi di stato civile avvenuti in qualsiasi stato USA o altro paese, purché predisposti correttamente, secondo le regole valide nel paese di emissione del documento.

I cittadini italiani iscritti AIRE presso altre circoscrizioni consolari o residenti in Italia possono presentare qui solo gli atti relativi ad eventi avvenuti nel territorio di competenza di questo Consolato.

I cittadini italiani residenti in Italia e temporaneamente in questa circoscrizione consolare inoltre, possono scegliere se incaricare il Consolato di trasmettere gli atti ai propri comuni di residenza oppure se presentarli personalmente presso gli uffici comunali (possibilità prevista dal DPR 396/2000 Art. 12, Comma 11). Chi fosse interessato a questa soluzione, oltre a predisporre i documenti come indicato nelle sezioni specifiche di questo sito, dovrà prendere un appuntamento con l’ufficio stato civile via email, in quanto i Comuni italiani prenderanno in considerazione la richiesta presentata di persona solo in presenza di una dichiarazione di conformità rilasciata dal Consolato.

Regole generali valide sempre per tutti i documenti di stato civile:

Ogni documento di cui si chiede la trascrizione deve essere accompagnato dal relativo modulo di richiesta trascrizione dell’atto, compilato, datato e firmato dal/dalla cittadino/a italiano/a che richiede il servizio. I moduli si trovano in questo Link: https://consnewyork.esteri.it/consolato_newyork/it/i_servizi/modulistica.html#STATOCIVILE

Tutti i documenti originali (certificati di stato civile e sentenze straniere), per essere registrati in Italia devono possedere due requisiti:

1. Essere correttamente legalizzati (vedere spiegazioni nel seguito).

2. Essere accompagnati da una traduzione in lingua italiana (vedere chiarimenti nel seguito).

Cos’è la legalizzazione?

La legalizzazione rende il certificato straniero valido per l’utilizzo nell’ordinamento giuridico italiano.

Negli USA e in molti altri paesi la legalizzazione avviene attraverso il rilascio di una certificazione, chiamata universalmente APOSTILLE, che un’autorità incaricata allega al certificato originale (ha vari formati ma la si può riconoscere perché riporta sempre la dicitura APOSTILLE, uguale in tutte le lingue). I paesi che rilasciano l’Apostille sono circa 120 e se ne può trovare l'elenco in Internet, per esempio in questo Link: https://en.wikipedia.org/wiki/Apostille_Convention 

Attenzione: negli USA non esiste un’autorità centrale che rilasci l’Apostille, essa viene rilasciata da ogni singolo Stato a seconda di dove è avvenuto l’evento che si vuole registrare.

Per i paesi che non aderiscono alla convenzione dell’Apostille è necessario verificare il sito web ufficiale dell’Ambasciata o Consolato italiano competente per sapere come ottenere la dovuta legalizzazione.

Chi deve fare la traduzione e come?

La traduzione deve essere:

- eseguita direttamente dalla lingua in cui è scritto il documento originale all’italiano.

- completa: deve contenere tutto il testo presente sul documento originale, senza omissioni, con date inserite in modalità “italiana” (giorno/mese/anno).

- conforme: non sono ammessi sunti o interpretazioni.

- dattiloscritta: non sono accettate traduzioni scritte a mano.

Non è però necessario:

- Riprodurre fedelmente l’aspetto estetico del certificato originale (timbri, riquadri… la traduzione è un testo).

- Tradurre l’Apostille o le altre legalizzazioni (deve essere tradotto solo il certificato).

Chi può eseguire la traduzione?

Documenti USA:

I certificati di stato civile (nascita, matrimonio, unione civile, decessi) possono essere tradotti dagli interessati, se in grado di rispettare gli standard richiesti. Coloro che non si sentono in grado possono ricorrere a un professionista di loro fiducia. Sul nostro sito è pubblicata una lista di traduttori cui ci si può rivolgere: https://consnewyork.esteri.it/consolato_newyork/it/i_servizi/varie.html 

Le sentenze (divorzio, cambi nome, adozioni) NON possono essere tradotte dagli interessati ma è obbligatorio rivolgersi a un professionista. Il traduttore dovrà, solo per tali documenti, rilasciare una dichiarazione di conformità (Certificate of Accuracy), con la sua firma autenticata da un Notary Public. Il documento così formato dovrà anch’esso, oltre all’originale, essere legalizzato con Apostille.

Documenti di altri paesi:

Le traduzioni dovranno essere eseguite da traduttori autorizzati nei paesi di origine e legalizzate con Apostille oppure munite di un timbro di conformità della Rappresentanza diplomatica italiana nel paese. Per ottenere le liste dei traduttori autorizzati rivolgersi direttamente alle Ambasciate e Consolati italiani competenti territorialmente.

Alcune importanti precisazioni:

Errori nei certificati

Riscontriamo spesso, nei certificati rilasciati negli USA, errori, imprecisioni, anglicizzazioni dei nomi propri (es: Giovanni trasformato in John, ecc.). Si raccomanda di fornire sempre alle autorità locali le generalità, esattamente come risultano dai documenti italiani. Inoltre si raccomanda di controllare i certificati e fare correggere eventuali errori nei nomi, nelle date e nei luoghi di nascita. Tali errori impediscono spesso ai comuni di effettuare le trascrizioni.

Nome attribuito ai figli

L’ordinamento italiano vieta di imporre ai figli determinati nomi. I divieti più importanti sono i seguenti:

- I figli non possono avere l’identico nome e cognome di un genitore vivente,

- Non sono ammessi nomi ridicoli, offensivi o che richiamino determinati personaggi storici,

- È vietato utilizzare un cognome come nome (si consiglia pertanto di evitare di inserire un cognome come “middle name” ma semmai di farlo aggiungere nella sezione “cognome”, ricordando che il nostro ordinamento accetta ora il doppio cognome materno/paterno).

Tutte queste possibilità sono invece consentite dalla normativa USA. Si segnala che in tali casi il Comune potrà disporre la trasmissione degli atti alla Procura della Repubblica che potrà ordinarne la correzione d'ufficio.

Nome da sposate delle donne

Sebbene negli USA sia diffusa l’abitudine per le donne di assumere, dopo le nozze, il cognome del coniuge, tale uso non trova riscontro nell’ordinamento giuridico italiano. Anche a fronte di tale scelta il nome italiano delle interessate continuerà ad essere quello di nascita e così continuerà ad essere indicato nel passaporto italiano. Si raccomanda quindi in special modo alle donne con la sola cittadinanza italiana di non cambiare nome a mezzo del matrimonio per non ritrovarsi ad avere sul visto o sulla green card USA una identità diversa da quella indicata sul passaporto italiano.

Precedenti matrimoni e divorzi

E’ necessario registrare TUTTI i cambiamenti dello stato civile avvenuti nella vita. Chi presenta ad esempio un secondo matrimonio senza aver mai fatto registrare il primo dovrà presentare ANCHE il primo matrimonio ed il relativo divorzio.

Separazione dei beni

Il matrimonio effettuato negli USA viene trascritto in Italia in regime patrimoniale di comunione dei beni. Eventuali patti patrimoniali sottoscritti dagli sposi negli USA non hanno validità giuridica in Italia. I coniugi che intendano avvalersi del regime di separazione dei beni devono firmare la relativa convenzione presso l’ufficio notarile del Consolato. Il documento dovrà poi essere allegato al resto della documentazione inviata al consolato. Per prenotare un appuntamento per la firma della separazione dei beni inviare una email a notarile.newyork@esteri.it 

Originali

Per poter effettuare le registrazioni e trascrizioni di stato civile l’amministrazione italiana deve ricevere e conservare i documenti originali. Non è quindi possibile inviare i documenti a mezzo posta elettronica e non è possibile richiedere la restituzione dei documenti originali.

DOVE RICHIEDERE I CERTIFICATI

Per conoscere gli indirizzi degli uffici che rilasciano gli atti di stato civile e l’Apostille in questa circoscrizione consolare vedere le singole sezioni del sito (nascita, matrimoni, ecc.).

Il Consolato non ha autorità per richiedere tali atti, che vengono rilasciati esclusivamente ai diretti interessati o a loro delegati. Chi non fosse in grado di richiedere personalmente i certificati di stato civile (ad esempio perché residente altrove) dovrà rivolgersi a professionisti locali. Si segnala che tale servizio viene effettuato (a pagamento) anche dai Patronati italiani. Per la lista dei patronati, cliccare qui: https://consnewyork.esteri.it/consolato_newyork/it/la-rete-consolare/2014/03/patronati.html 

 


79